Linfodrenaggio o Drenaggio Linfatico Manuale (DLM)

Il Linfodrenaggio (o Drenaggio Linfatico Manuale) è un trattamento mirato alla stimolazione del nostro sistema linfatico.

Il sistema linfatico all’interno dell’organismo ha il compito di gestire e drenare i liquidi, in particolare l’acqua (detta anche linfa) che scorre e si deposita all’interno dei tessuti.

È di supporto al nostro sistema cardio-circolatorio poiché cattura gli scarti della circolazione sanguigna per pulirli e riciclarli, dando loro nuova vita.

Il Linfodrenaggio è un trattamento molto potente, indicato per numerose problematiche, con un effetto riflesso decisamente rilassante e per questo estremamente piacevole.

QUALI SONO I PRINCIPALI BENEFICI DEL LINFODRENAGGIO?

  • Il Linfodrenaggio ha uno straordinario effetto drenante antiedematoso, ovvero aiuta a sgonfiare un edema, di qualunque origine esso sia.

Grazie alle sue manualità ritmiche e leggere, questo trattamento raggiunge esclusivamente il sistema linfatico, migliorandone le funzionalità all’istante. Questo massaggio, infatti, garantisce una riduzione dell’edema immediata, evidente già durante la prima seduta.

Inoltre, poiché il sistema linfatico comunica in maniera diretta con il sistema nevoso, lo stimolo ricevuto dal massaggio viene “registrato” dal corpo e mantenuto per diverse ore (se non giorni) dopo il trattamento.

  • Il Linfodrenaggio aumenta e migliora le nostre difese immunitarie.

Grazie alla lenta e costante stimolazione dei linfonodi (piccole strutture del sistema linfatico che producono alcune cellule del nostro sistema immunitario), viene incrementata la produzione dei macrofagi.

I macrofagi sono cellule immunitarie molto importanti poiché “mangiano” gli agenti patogeni (batteri, germi, virus) che vogliono attaccare l’organismo, soprattutto quando questo è minacciato dall’ambiente esterno.

Ecco perché il Linfodrenaggio è particolarmente indicato in caso di ferite o lesioni del tessuto (come le piaghe da decubito), poiché migliora il processo di cicatrizzazione e l’immunità locale.

  • Il Linfodrenaggio migliora lo stato generale dei nostri tessuti.

Per dirla in modo yogico, porta via la spazzatura in modo da creare spazio per qualcosa di nuovo 😉

Se i nostri tessuti sono intossicati, sarà facile che non ricevano sufficiente ossigeno né tanto meno nutrimento.

Il sistema linfatico, correttamente stimolato attraverso il trattamento, aiuta le cellule intossicate dalla spazzatura a liberarsene, in modo da lasciare il posto a sostanze nutritive, ossigeno ed energia, per tornare a svolgere le sue funzioni primarie con serenità ed efficienza.

  • Il Linfodrenaggio migliora la circolazione periferica e il microcircolo.

Il sistema linfatico è un sistema di ritorno, ovvero “che ritorna al cuore”.

Si può considerare come il “cugino” del sistema venoso, che gestisce la circolazione sanguigna dalla periferia (organi tessuti, ecc.) al cuore.

Avere problemi alla circolazione periferica (spesso legata alle estremità del nostro corpo, come braccia e gambe) significa avere il cosiddetto microcircolo in sofferenza.

Il trattamento di Linfodrenaggio dà una spinta notevole a tutta la nostra circolazione di ritorno, creando un magico circolo virtuoso in cui le strutture si alleggeriscono, i dolori diminuiscono e la pelle ritorna a respirare.

  • Il Linfodrenaggio ha uno straordinario effetto antalgico e rilassante.

In molti casi il trattamento di Linfodrenaggio può essere considerato come un antidolorifico naturale.

Se le cellule tornano a lavorare in modo ottimale, tutti gli organi e tessuti del nostro copro saranno decisamente meno stressati.

Abbassare il livello di stress dei tessuti significa abbattere anche il nostro livello di stress, ovvero quello pisco-emotivo.

Rilassarsi veramente permetterà ai nostri muscoli, alle articolazioni e a tutte le strutture in sofferenza di abbassare la guardia (almeno per un po’) e di liberarsi dal dolore.

A CHI CONSIGLIO IL TRATTAMENTO DI LINFODRENAGGIO?

Chiunque può ricevere un trattamento di Linfodrenaggio ma, come tutte le terapie, ci sono delle regole da rispettare.

Ecco perché prima di qualunque trattamento viene valutato lo stato generale del ricevente, il suo background clinico e quali sono le reali problematiche da gestire all’interno della seduta.

Credo molto nel potere di questo trattamento e non smetto mai di confrontarmi con medici e specialisti per valutare il singolo caso dedicandogli il tempo e le attenzioni che merita.

Fatta questa premessa, ti consiglio il Linfodrenaggio in caso di:

  • Sensazione di gambe gonfie/pesanti
  • Parestesie (mancanza di sensibilità, formicolio) a braccia o gambe
  • Sindrome delle gambe senza riposo (dolore profondo alle gambe e necessità di muoverle soprattutto prima di addormentarsi)
  • Intestino pigro (stitichezza)
  • Colite cronica da stress
  • Cicatrici recenti per interventi chirurgici di varia natura (fratture ossee, addominoplastica, parto cesareo, estrazioni dentarie, turbinati, microcavitazione, ecc.)
  • Edemi localizzati a livello degli arti superiori o inferiori (per esempio dopo piccoli traumi alle articolazioni, come distorsioni o sublussazioni)
  • Ritorno venoso lento e difficoltoso (varici o vene varicose)
  • Microcircolazione sofferente (teleangectasie)
  • Un percorso dedicato alla disintossicazione dell’organismo: effettuare un ciclo di Linfodrenaggio all’inizio di un nuovo regime alimentare o alla fine di un periodo molto stressante significa apportare un intenso effetto DETOX al nostro organismo.

Si tratta proprio di un reset, per ritrovare forza, energia e voglia di star bene.

COME FUNZIONA UN TRATTAMENTO DI LINFODRENAGGIO?

Il sistema linfatico è un sistema molto lento. Di conseguenza il trattamento mirato per stimolarlo al meglio sarà composto da manualità lente, ritmiche e per lo più superficiali.

Devi sapere che il sistema linfatico scorre sotto alla nostra pelle, molto in superficie, per cui, a differenza di altri trattamenti che vogliono arrivare alla muscolatura, il Linfodrenaggio è un massaggio molto leggero, poiché volto a raggiungere le strutture superficiali del nostro corpo.

Il trattamento di Linfodrenaggio dura 1 ora e 15 minuti.

La persona viene trattata sia supina che prona (per la maggior parte dei trattamenti).

È un massaggio privo di olio, poiché non ci interessa scivolare sui tessuti (sulla pelle) bensì ci occorre avere un certo attrito su di essi, in modo da garantire l’effetto “spinta” e agevolare lo scorrimento della linfa all’interno dei vasi.

→Quante sedute di Linfodrenaggio sono necessarie per risolvere un problema?

Domanda troppo difficile: ci sono troppe varianti da considerare. Esempio: che tipo di problema vuoi risolvere? Quanti anni hai? Qual è il tuo stile di vita? Qual è il tuo background clinico? Prendi dei farmaci? Potrei andare avanti all’infinito.

Una domanda più realistica potrebbe essere questa:

→Quante sedute di Linfodrenaggio sono consigliate in media?

Sulla base della mia esperienza, già con un ciclo di 5-10 sedute di Linfodrenaggio si ottengono buoni risultati, soprattutto se si mantiene inizialmente una cadenza settimanale (ovvero 1 o 2  trattamenti a settimana).

A seconda dei risultati ottenuti, si potrà pensare, all’interno del percorso stesso, di diluire i trattamenti nel tempo, creando una sorta di mantenimento “educazionale” (molto utile per il processo di apprendimento del corpo).

Mi spiego meglio.

Non è possibile pensare di agire su un sistema così lento e complesso con una sola seduta, anche se già questa ci ha portato a risultati straordinari.

Il Linfodrenaggio deve essere considerato come un piccolo percorso: vado a dare uno stimolo costante al corpo, in modo che lui capisca che cosa deve fare per lavorare al meglio delle sue possibilità e continuare a farlo in maniera autonoma.

Per raggiungere questo obiettivo, il corpo va accompagnato: dovete immaginare che si sia perso, che abbia bisogno di indicazioni precise e dettagliate per ritrovare la strada di casa. Ma soprattutto, per ricordarsela la prossima volta che ne avrà bisogno.

Una volta terminato il percorso, il tuo corpo sarà entrato in un circolo virtuoso di benessere da cui difficilmente vorrà uscire.

Comincerai a sentirti leggero, energico ed estremamente reattivo.

Il tuo stile di vita ne beneficerà. E sai perché? Perché quando il corpo percepisce il benessere VERO difficilmente lo lascerà andare.

E tu ti ritroverai a prenderti cura del tuo corpo con costante ascolto a quelle che sono le sue reali esigenze. Le cattive abitudini spariranno per lasciare spazio a nuove routine di salute, gioia e incredibile vigore.

All’inizio il cambiamento sarà interessante da gestire. Ma il gioco vale la candela!